Torna al Blog

Ceramica made in Italy, verso nuove frontiere

Ceramica made in Italy, verso nuove frontiere

Colori caldi, morbidi e raffinati, ispirazioni capaci di inseguire e riprodurre a tutto tondo i trend più contemporanei dell’architettura e dell’interior design: le potenzialità espressive della ceramica hanno compiuto nel tempo passi da gigante.
Oggi questo materiale non conosce limiti e il suo futuro si sviluppa proprio nei centri di ricerca e sviluppo, dove i supporti vengono investiti di nuove e inedite potenzialità estetiche.
Qui l’innovazione tecnologica si traduce in suggestioni materiche di forte impatto. La materia presente in natura è indagata con piglio raffinato per tradursi in superfici a tal punto fedeli da riprodurre gli stessi nodi dei legni più pregiati, le cromie della pietra antica o le venature dei marmi esclusivi.
Una metamorfosi, quella compiuta dal gres porcellanato, che ci consente di posare pavimenti che rispondono alle ultime tendenze, senza rinunciare alle caratteristiche tecniche di un rivestimento funzionale, perché in grado di resistere, senza danneggiarsi o deteriorarsi, alle sollecitazioni prodotte dal calpestio o dagli agenti atmosferici. Le soluzioni che abbiamo a disposizione sul fronte dei pavimenti si tramutano in un caleidoscopico e ricco collettore d’idee e stimoli, che non si limita alla riproduzione di texture, decori e colori, ma che arriva a comprendere forme, tagli e formati un tempo impensabili.

None

Entrare in casa e scoprirsi nel cuore di una foresta

Con il progetto Foresta di Gres, Ceramica Rondine trasforma la piastrella in un parquet che parla una lingua naturale, capace di riflettere i segni del tempo sulla ceramica.
Plance, liste e listoni raccontano gli effetti del sole sulla superficie, ne ripercorrono l’usura per portare tra le pareti domestiche una materia autentica, che vive al tatto e che riscalda gli ambienti con la forza e la bellezza del legno.
Le collezioni di questo progetto non si limitano a rappresentare fedelmente la corteccia degli alberi e a restituirne la potenza tattile, ma incontrano l’affidabile resistenza del gres. Il tutto avviene in un’ottica 100% ecosostenibile: Ceramica Rondine ti accompagna infatti in una foresta priva di alberi da abbattere.

None

Quando l’innovazione misura 2 cm, lo spessore fa la differenza

Immaginiamo un sistema pratico, facile e veloce per corredare il nostro giardino o balcone di una pavimentazione ready to go, che non richieda complessi lavori di manodopera o una posa complicata.
Con l’innovativo sistema autoportante in 2 cm di spessore, Ceramica Rondine incontra le esigenze di quanti chiedono al pavimento per esterni praticità e resa estetica. La posa può infatti essere realizzata anche a secco su ghiaia e su erba e non sono richieste specifiche conoscenze tecniche o una specifica expertise.
Il formato proposto è quello del 60x60 cm – nella collezione Class, una piastrella che ripropone l’universo ricco e complesso delle pietre e dei marmi naturali – oppure il nuovissimo 45x90 cm di Hard&Soft, la collezione che ripercorre le naturali venature del legno.

None

Toccare con mano lo spirito urbano

Si chiama Brick Generation ed è il nuovo progetto di Ceramica Rondine che indaga le coordinate estetiche e contemporanee delle facciate tipiche delle grandi metropoli, quelle dei quartieri vitali e ricche di stimoli culturali, quelle che si caratterizzano per il tipico mattoncino (brick, in inglese), nel formato 6x25.
Tre le collezioni - Bristol, New York, Venice - che ci consentono di rivestire una parete di casa, o una quinta, dando vita al mood raffinato e al contempo ricco di richiami rétro che solo le tavelle e le superfici in mattoncino riescono a riprodurre. Gli echi dei cantieri, lo spirito industriale delle città in continua trasformazione si riscoprono negli ambienti della casa, anche a pavimento.