Guida
allo stile

Notizie, consigli di stile e curiosità dal mondo della ceramica

Accostare superfici diverse. Dilemmi materici

L’interior design di oggi punta tutto su spazi sempre più minimal, caratterizzati da complementi d’arredo coordinati e capaci di creare un dialogo perfettamente armonico tra strutture portanti degli spazi residenziali ed elementi architettonici e di design.
Una chiara visione d’insieme deve quindi sottendere ogni scelta abitativa. L’occhio contemporaneo ama le superfici continue, che non contemplano interruzioni visive o brusche virate materiche.

Tuttavia l’uniformità di stili e colori non implica la scelta di un solo rivestimento. Molto spesso, infatti, una posa differenziata ci aiuta a delimitare al meglio gli ambienti della casa. Una ristrutturazione può poi porre il problema di unire due stanze: pensiamo all’accorpamento di due zone un tempo separate.
Un’ulteriore variabile da considerare è quella che vede l’unione di due superfici su livelli diversi.
Infine anche i colori e i possibili accostamenti cromatici pongono dubbi e riflessioni.

None

Ceramica Rondine mette a punto una duplice eppur univoca soluzione che fa convivere l’elegante fascino del parquet con il classico gusto del cotto, fugando con un prodotto innovativo ogni dilemma materico.
Si chiama Amarcord ed è un omaggio all’estetica raffinata di un capolavoro cinematografico che ha segnato la storia del cinema internazionale.
Due materiali dalla lontana tradizione convivono felicemente e consentono di sviluppare pose estremamente coerenti ed armoniche in ambienti continui e non.
Il gres effetto cotto vive nella zona giorno, contribuendo a realizzare quell’atmosfera conviviale richiesta dalla cucina - spazio privilegiato per la creatività ai fornelli - o dalla sala, luogo adibito al relax.

Le piastrelle in ceramica si tramutano nella zona notte in un parquet che restituisce il massimo del comfort e del calore.
Le nuances disponibili consentono di mettere a punto un’equilibrata e piacevole soluzione di continuità e restituire un’immagine lineare, armoniosa e di tendenza.

Se devi accostare, fallo sapientemente. Evita gli errori più comuni.
#1. Non giocare con le scelte cromatiche troppo forti.
Mantenersi su toni neutri e scegliere nuance e texture simili ci aiuta ad evitare inutili shock cromatici. Per dare un guizzo di vivacità alla casa, possiamo poi optare per tessuti variopinti o accessori accesi.

#2. Non sottovalutare la forza di un dettaglio
Gli elementi decorativi e i pezzi speciali possono inquadrare magnificamente una parte della parete, delimitandola piacevolmente. Pensiamo ai listelli che caratterizzano al meglio la stanza da bagno o alla funzione protettiva del mosaico dietro al lavabo della cucina.

#3. Non dimenticare il comfort e l’affidabilità
Nella scelta del giusto materiale occorre tenere sempre presente la destinazione d’uso e l’aspetto pratico. Sotto questo punto di vista il gres offre una fortunata sintesi di estetica e praticità: affidabile e resistente consente di sbizzarrirsi in un’ampia gamma di formati modulari.

None