Guida
allo stile

Notizie, consigli di stile e curiosità dal mondo della ceramica

Ceramica fuori e a parete. Ecco perché conviene

La ceramica è sicuramente il materiale privilegiato per il rivestimento di ogni spazio della casa. Chi di noi non ne conosce la versatilità? Parliamo di quella forte duttilità capace di dar vita a concept estetici diversi, in grado di adattarsi a specifiche esigenze di design di progettisti e architetti. Questo materiale durevole, compatto e inerte, concorre al progetto d’arredo con soluzioni di forte impatto contemporaneo oppure con ricercate collezioni di stampo vintage e rétro. Ma, non dimentichiamolo, la ceramica è anche quel materiale che svolge un importante ruolo tecnico - resiste alle sollecitazioni senza danneggiarsi o deteriorarsi - e funzionale. È un materiale antiscivolo, impermeabile e sicuro, ecco perché posato in esterno assicura massima resistenza alle condizioni climatiche e durabilità nel tempo.

None

La posa in esterno è poi, specie negli ultimi tempi, un fatto di spessore.

Proprio così perché grazie alla ricerca e alla sperimentazione messa a punto sul materiale ceramico, oggi possiamo assistere alla nascita e di una nuova generazione di lastre, accomunate dal consistente spessore dei singoli elementi, particolarità che qualifica questi prodotti in termini di resistenza alle sollecitazioni di tipo meccanico e all’utilizzo intensivo.
Su questo fronte Ceramica Rondine ha messo a punto il progetto H20, un pavimento autoportante per esterni in 20 mm di spessore.
Una soluzione, questa, robusta e inalterabile, ma anche molto facile da posare, proprio perché non richiede particolari lavori di manodopera. Può essere infatti applicata a secco su ghiaia, su erba, su massetto, oppure su solai piani.

Outdoor la ceramica si presta benissimo anche come involucro elegante per racchiudere gli edifici

I sistemi di rivestimento ceramico esaudiscono una funzione di isolamento e protezione, ma contribuiscono anche a dare una valenza estetica allo stabile: si ottengono facciate che si distinguono per personalità, stile e ricercatezza.
Gli amanti del look urbano e metropolitano non potranno che apprezzare l’effetto mattoncino, brick, a parete

None

Le piastrelle di Bristol richiamano tavelle e mattoni a vista che troviamo nella città da cui mutuano il nome, un centro ricco di stimoli culturali e animato dai forti richiami post industriali. La più evoluta tecnologia ceramica si esprime in 20 strutture superficiali e 300 grafiche che riprendono in modo fedele i colori del brick – con le sue sfumature del rosso e del ruggine - per dar vita a una nuova generazione materica: la Brick Generation.
Questa collezione sprigiona una forte resa tattile e si contraddistingue per i richiami vintage: la pareti esterne ricordano i quartieri in prossimità delle fabbriche, tipici dell’architettura industriale.

None

Bristol arriva in Russia

Ed è proprio questa la collezione di Ceramica Rondine scelta per rivestire l’imponente hotel Aton, a Krasnodar, in Russia.
A contraddistinguere il progetto una forte inventiva progettuale, ottenuta anche grazie alla perfetta resa estetica del mattoncino che, nei colori Umber e Red, arricchisce la facciata dell’edificio, percorrendo l’effetto delle superfici in laterizio, un materiale che ha fortemente influenzato la costruzione di edifici in Russia.