Guida
allo stile

Notizie, consigli di stile e curiosità dal mondo della ceramica

Quest’anno la cucina è bicolor

Due è meglio di uno”, dicono.
Un principio che ben si applica anche all’arredo delle cucine.

Tanti infatti i trends di questo 2016 ma una la parola d’ordine: bicolore.
È tempo, dunque, che la cucina si apra a contrasti cromatici inediti e originali, in grado di ravvivare l’ambiente o di donarne un look ricercato e di assoluta tendenza.

Affiancare un nuovo colore a quello predominante contribuisce infatti a rompere la monotonia cromatica dell’ambiente, donando alla cucina carisma e grande personalità, sia essa tradizionale o moderna.

None

Come orientarsi nella scelta

Quando si sceglie una nuova coppia di colori, il punto di partenza è sempre rappresentato dalle preferenze personali: pensate dunque alla cucina come ad un foglio bianco che potete colorare come preferite.

Ma attenzione, anche la struttura della casa è di basilare importanza.
Per esempio, una cucina piccola o che gode di luce limitata è più predisposta a colori dalle tonalità chiare, neutre o pastello, capaci di far apparire l’ambiente più spazioso e luminoso. 

UTILIZZATE IN BIANCO COME "PONTE NEUTRALE"

Scegliere tre colori anziché due è un trucco spesso utilizzato per raggiungere più facilmente un equilibrio estetico e visivo. 
Con mobili bianchi, per esempio, è possibile giocare con nuance dal grigio all’ebano per pavimenti e rivestimenti, come rappresentato dalla collezione Greenwod.

L’armonia non è tutto

Per un look davvero originale, si possono mantenere nuance neutre come tinte di base, affiancando ad esse elementi in tonalità che creino un contrasto netto, audace ed “energizzante”.

A questo proposito, la collezione New York del progetto Brick Generation abbina ai classici bianco e nero delle piastrelle fughe in colori vivaci quali giallo, verde giada e turchese, capaci di donare nuova linfa e fantasia alla cucina.

None

BICOLOR MATERICO

Se una doppia dose di colore vi sembra una scelta troppo azzardata, potete anche giocare con differenti texture dello stesso colore. Un esempio?

La nuova serie Rust propone pavimenti e rivestimenti in gres porcellanato a impasto colorato dalla grande forza materica. 
Le superfici mimano l’effetto della lamiera ossidata, corrosa dal tempo, in 28 grafiche differenti e tinte cromatiche ispirate al gusto contemporaneo - di cui una metallizzata, unica nel settore - perfette da abbinare a pensili e mobili colorati e, perché no, anche a tonalità più neutre ed essenziali.