Per una migliore visualizzazione si consiglia di utilizzare l'ultima versione del browser Internet Explorer (clicca qui per scaricarla).
Con versioni non aggiornate, è possibile che la navigazione così come la corretta visualizzazione dei contenuti siano complomesse.

Guida
allo stile

Notizie, consigli di stile e curiosità dal mondo della ceramica

La cucina in stile industriale

Di tendenza e sempre più richieste. Sono le cucine in stile industriale, un trend dell’interior design che unisce l’aspetto vissuto alle linee vintage, l’essenziale ad un tocco di ricercatezza e ad una ricchezza di dettagli che non passino inosservati. Amatissimo sul territorio a stelle a strisce, dove nasce quando negli anni Ottanta si iniziarono a riconvertire edifici industriali in loft residenziali, anche in Italia quello industrial è un mood che ha preso piede e che piace. Ecco le nostre linee guida su come ottenerlo.

None

Suggestioni materiche

Nello stile industriale si fanno largo le texture materiche, superfici cioè preferibilmente ruvide e (solo all’apparenza) grezze. Fondamentali in questo senso, e un vero must nei loft americani, sono le pareti in mattoni faccia vista, una soluzione estetica che contribuisce, in cucina e non solo, a connotare subito l’ambiente e conferire ad esso un mood che richiama gli edifici industriali da cui lo stile ha avuto origine. In foto l’esempio con la collezione effetto mattoncino Tribeca nel colore Mud (formato 6x25), un gres porcellanato facile da pulire, resistente ai graffi superficiali e impermeabile. Per una cucina pratica e 100% industrial-chic.

La palette di colori

Quello industriale è uno stile che predilige i colori neutri, tra i quali spicca ovviamente il grigio declinato nelle sue più ampie sfumature e tinta must con cui ottenere questo mood in cucina. Se temete però che con questo colore l’ambiente risulti troppo freddo, il consiglio è di optare per una tonalità altrettanto neutra ma più calda e accogliente, il tortora della collezione Pietre di Fiume, ad esempio, una perfetta via di mezzo tra beige e grigio. Il resto faranno gli arredi: spazio dunque al legno per pensili, mobili e tavoli, ideale per stemperare la rigorosità dell’effetto pietra, i metalli, meglio se bruniti e ossidati, per le finiture, le sedie o le scaffalature, e non dimenticate cavi, fili e altri oggetti di recupero lasciati rigorosamente in bella vista.

None
None

Il tocco di originalità

La palette cromatica su cui si fonda lo stile industriale è, come detto, piuttosto rigida ma ciò non preclude la possibilità di inserire elementi che rendano l’ambiente cucina più originale, informale, creativo e meno scontato. In questo caso, il consiglio è di optare per piastrelle dai pattern decisi o cementine, superfici che permettano di personalizzare al massimo piccole aree, quali la parete dietro il lavabo e la zona cottura, aggiungendo un tocco di allegria e carattere. In foto, l’elegante gres effetto cemento della nuova collezione Industrial Color Chic – nella tonalità Smoke a pavimento e Royal Blue a parete - è stato abbinato ai pattern geometrici delle cementine della serie Swing dal puro fascino retrò. Il risultato è un ambiente in cui l’industriale incontra lo chic e l’affinità cromatica regna in armonia.